Post Pride, Vicenza non sarà più la stessa

Vicenza Pride, una grande festa...e non di ostentato orgoglio, ma di gioia...nell' aver trovato così tante realtà che discutono insieme su uno stesso tema e ne portano avanti i contenuti con grande determinazione! Nessuno ha sentito l'esigenza di dichiarare orientamenti sessuali che, in fondo a pensarci, non dovremmo neanche sentirci costretti a sventolare ai quattro eventi! Perchè se di orgoglio si tratta, si tratta dell'orgoglio di essere persone uniche.
E questo il Pride di Vicenza ce lo ha fatto capire bene...con un palinsesto che è iniziato a febbraio fatto di spettacoli, dibattiti, conferenze, reading, mostre fino alla parate e la lunga notte di danze che ha raccontato dì come la diversità sia un grande valore aggiunto e di come vada tutelata in tutte le sue forme: tante quante sono gli uomini nel mondo! E' stato un carterpillar questo Pride,  che ha abbattuto pregiudizi e resistenze grazie alla ricerca di un continuo dialogo con realtà locali e non; una grande festa di sensibilizzazione dove non si è voluto dichiarare nulla, ma discutere, confrontarsi, farsi domande! E in fondo è questo l'obbiettivo che si vorrebbe raggiungere: un momento in cui non occorre dichiararsi in un modo piuttosto che in un altro per sentirsi accolti o compresi, in cui non ci si sente diversi perchè gay o lesbiche, ma in quanto persone con delle caratteristiche uniche e originali!
Se di orgoglio si tratta...è quello di ESSERE SE STESSI.

Per noi di Mooda è stato un orgoglio invece far parte di questa avventura e dare il contributo che la nostra competenza ci ha permesso di dare: stampiamo t-shirt (e altro ancora), molti lo sanno.
Chi ancora non lo sa vada a vedersi la t-shirt ufficiale del Pride che abbiamo realizzato. Ancora in vendita on line.

vi-p-uomo  vi-p-donna-nera

E il concept dello store parla proprio di unicità: capi moda che possono essere personalizzati con qualsiasi tecnica di stampa e, soprattutto, con l'idea del cliente che viene accompagnato da un grafico nella realizzazione.
L'intento è non creare differenze neanche nella moda, se non quella determinata dal proprio gusto e dalla propria personalità.
Col tempo abbiamo trovato lo slogan "ESSERE, CREARE, VESTIRE" che riassume ancor più brevemente l'idea di uno spazio in cui le persone possono essere se stessi attraverso la moda e un capo personalizzato.

Chi sei?
Non etero, non omosessuale, non studente, non medico, non disoccupato, non di destra, di sinistra...Il Pride di Vicenza ha suggerito a tutti la libertà nel presentarsi col proprio nome e non con una delle tante definizioni che spesso ci attribuiamo.

Grazie, a tutti...per la grande festa di sabato diurna e serale: bell'atmosfera, bella gente, bella musica...anche se oggi siamo ancora un pò provati 😉
Grazie a tutto il comitato Vicenza Pride, ma un grazie particolare a Bruno Dal Gallo, Annabarbara Grotto e al loro instancabile entusiasmo che ha contagiato tutti! Vicenza non sarà più la stessa!

Qui di seguito le foto di ZADAL (Adalberto Zanella) della parata...Un grazie particolare a lui e a Mariangela e al lavorio di scatti! Non sono ancora tutte, ma abbiate pazienza: tra domani o poco più l'album sarà completo :)

css.php